Lunedì 30 Settembre 2019 ho incontrato i bambini della Scuola Primaria CARLO URBANI di RECANATI (MC)

RISPONDI ALLE 
DOMANDE DEL
RIMAIOLO

Oggi è stato tutto magnifico. Ho incontrato oltre 100 bambini della Scuola Primaria CARLO URBANI di Recanati (MC).

Già il nome della scuola incuriosiva  ... aver voluto intitolarla alla figura del medico di Castelplanio (AN) a cui sono legato da una profonda condivisione di ideali mi metteva non poca emozione.

Sono arrivato e tutti gli spazi della scuola parlavano di Carlo con foto, disegni e storie. Tutto denotava un vero amore verso il nostro medico senza frontiere.

Ho subito capito che la giornata era di quelle speciali. La collaboratrice scolastica Maria che mi aiutava a sistema tutte le cose, i bambini che ascoltavano e partecipavano attenti e curiosi, gli insegnanti attenti a documentare tutto quanto accadeva, il maestro Giorgio a pilotare le presentazioni multimediali, la maestra Ilenia che, soddisfatta, vedeva piano piano scorrere questo fiume di sensazioni lungo il cammino di storie e canzoni. Abbiamo avuto anche la visita della Dirigente Scolastico anche lei soddisfatta.

Mai successo, dopo due ore eravamo ancora a cantare e raccontare. Non ho altre parole ... sol "Bellissimo", e la crostata preparata dalla collaboratrice scolastica Maria alla fine era fantastica.

Cose che possono accadere solo nelle belle scuole italiane.

Una bimba di cui non dico il nome mi ha lasciato questa bella filastrocca in rima rispondendo alle domande Rimaiolo (nella casella verde in alto a destra) .

"Ho incontrato il Rimaiolo
viene da lontano ma non dal Polo!
Ci ha presentato i suoi strumenti
Facevano suoni piacenti
Ci ha fatto sentire canzoni
Che ci han fatto suscitare emozioni.
Infine ci ha fatto sentire
poesie con belle sinfonie
E' stata una bella mattina
con la scuola tutta in rima!"   Stupenda

 

 

Alcune foto 

 

I bellissimi disegni dei bambini che mostrano sempre dei particolari che le foto non vedono

 

Il generoso contributo all'AIL, grazie, grazie, grazie

 

Un bell'articolo di giornale ... e ho scoperto di essere un nonno