In questa pagina pubblichiamo filastrocche e canzoni sul Babbo-Papà

1. AL MIO PAPÀ 

2. IL MIO GRANDE PAPÀ 

3. SUPERBABBO

 

 1. AL MIO PAPÀ
(da una filastrocca sul Web - Musica del Rimaiolo)

    testo   
1. Non basta questo foglio
per il bene che ti voglio
e il mio amore ci sta stretto
nei confini dei un biglietto

2. Prendo allora un po' di cielo
più leggero di ogni velo
e lo appendo alla finestra
quando a te facciamo festa

3. Potrai leggerci di tutto
come il seme svela il frutto
come il fiume riempie il mare
tante storie raccontare

Senza rime né parole
resti sempre il più bel sole


 

  2. IL MIO GRANDE PAPÀ

partecipante allo Zecchino D'Oro del 1987 (30ma edizione)
Testo di Riccardo Fogli - Musica di Vincenzo Spampinato

Non hanno mai tempo i nostri papà
corrono sempre di qua e di là
dietro colonne di cose da fare
li chiami e fingono di non sentire

ma da domani con una magia
portiamoli via, via dalla scrivania

perchè un uomo è grande, grande davvero
quando ritorna bambino di nuovo. (bis)

Sveglia, papà e niente domande
fai un bel salto oltre quelle montagne
si va lontano nel paese del nove
dove il tempo è bello anche se piove.

Siamo soldati e in mezzo minuto
faremo alzare anche toro seduto

il mio papà è grande, grande davvero
quando ritorna bambino di nuovo. (bis)

Gira una giostra proprio qua fuori
noi ruberemo i cavalli migliori
e salteremo il filo dell’orizzonte
vediamo il sole dove mai si nasconde

e se battiamo due volte le mani
crescon due metri i sette nani

il mio papà è grande, grande davvero
quando ritorna bambino di nuovo. (bis)

Abbiamo volato per lungo e per largo
ora sbrighiamoci, siamo in ritardo
lasciamoli presto al lavoro, perchè
la crisi non c’era e invece ora c’è.
Li perdoniamo per prima e per poi
lavorano troppo, ma anche per noi

il mio papà è grande, grande davvero
quando ritorna bambino di nuovo. (bis)

i nostri papà sono grandi davvero
son ritornati bambini di nuovo (bis)

son ritornati bambini di nuovo (bis)

 

  3. SUPERBABBO

partecipante allo Zecchino D'Oro del 2021 (64ma edizione)
Autori: Marco Masini, Veronica Rauccio ed Emiliano Cecere

 

Gli ho dato il nome
Di un eroe perché gli voglio assomigliare
Il suo potere
Sta nelle carezze per rimproverare

 
E mi protegge così
Col sorriso
Più buono di tutti i biscotti che alla nonna ho rubato
 
Di notte
Le sue mani
Sono il cuscino dove riesco a dormire
 
E mi porta a giocare
E mi porta a volare
Insieme a lui
 
E mi aiuta a studiare
Ad imparare a pescare
Lo sai chi è?
Lo sai chi è?
È Superbabbo, bom
 
Bom, bom, bom, bom
Bom, bom, bom, bom
Bom, bom, bom, bom
Superbabbo!
 
E non si arrabbia
Neanche quando rompo il suo telefonino
Ma con pazienza
Sa riparare il cuore triste di un bambino
 
Nasconde le mie bugie
Nell'armadio
Che posso aprire solo quando riconosco di avere sbagliato
Poi mi giro
 
E fa sparire tutte quelle paure
E mi porta a giocare
 
E mi porta a volare
Insieme a lui
E mi insegna a cantare
 
A dire, fare e baciare
Lo sai chi è?
Lo sai chi è?
È uperbabbo bom
 
Bom, bom, bom, bom
Bom, bom, bom, bom
Bom, bom, bom, bom
Superbabbo!
 
Al centro di mille tempeste
Lui vive soltanto per darmi certezze
E non si stanca mai
E non si arrende mai
 
Ed è invicibile
È Superbabbo bom
 
Bom, bom, bom, bom
Bom, bom, bom, bom
Bom, bom, bom, bom
 
È Superbabbo
Bom, bom, bom, bom, bom, bom
Bom, bom, bom, bom
Bom, bom, bom, bom
 
Superbabbo!
Perché mi porta a giocare
Perché mi porta a volare
Insieme a lui
 
E poi mi insegna a guardare
Tutte le cose da amare
Lo sai chi è?
Lo sai chi è?
 
È Superbabbo
Bom